Evento > PARCO GIARDINO SIGURTÀ: GIOCASTORIE

PARCO GIARDINO SIGURTÀ: GIOCASTORIE  
Animazione a base di narrazione con canzoni e vignette dal vivo, che nel 2009 ha aperto l’undicesimo "Festival Internazionale di teatro per ragazzi – Il castello incantato". Pensato per bambini dagli 8 ai 13 anni.
Come si fa ad inventare una storia nuova e originale? In quanti modi è possibile raccontarla?
Grazie all’aiuto di un IncantAutore e di un IllustrAutore scopriremo insieme che inventare storie sempre nuove è facile e divertente, così come giocarci; basta imparare un trucco semplicissimo… e avere a disposizione carta e matita!


ULTERIORI INFORMAZIONI OPERATIVE
Due laboratori, alle ore 11.00 e alle ore 14.30.
Accredito obbligatorio presso la Biglietteria del Parco il giorno stesso della visita
  • Via Cavour 1
    Valeggio sul Mincio (VR)

PARCO GIARDINO SIGURTÀ


Natura e Storia a due passi Dal Lago di Garda
A Valeggio sul Mincio, a pochi chilometri dal Lago di Garda, sorge il Parco Giardino Sigurtà, già premiato come parco più bello d’Italia. Aperto tutti i giorni da marzo a novembre, il Parco si estende per 600.000 metri quadrati che custodiscono innumerevoli punti di interesse: il Grande Tappeto Erboso, il Poggio degli Imperatori, il Labirinto, la Grande Quercia e Grandi Fioriture, come un milione di Tulipani e 30.000 Rose a primavera!
Contatti Aziendali
Via Cavour, 1
37067 - Valeggio sul Mincio (VR)
+39 045 6371033 www.sigurta.it
Ulteriori informazioni
Parco Giardino Sigurtà e i suoi Quattro Secoli di Storia

Curiosamente questo gioiello verde deve la sua origine grazie ad un calesse: nel 1941, infatti, il Dottor Carlo Sigurtà aveva la necessità di raggiungere spesso la stazione ferroviaria di Desenzano del Garda, in provincia di Brescia, ma la scarsità della benzina dovuta alla guerra un giorno lo spinse a Valeggio sul Mincio, località famosa per l’artigianato delle carrozze, con l’intenzione di acquistarne una. Qui, tuttavia, il destino volle che il Dott. Sigurtà finì per acquistare molto più di un calesse, bensì una tenuta agricola di grandissime dimensioni e, grazie ad un diritto secolare di attingere l’acqua dal vicino fiume Mincio, riuscì negli anni, insieme al nipote Enzo, a dare vita a questo tesoro naturalistico.
E domenica 19 marzo 1978 il Parco venne aperto per la prima volta al pubblico: in poco tempo divenne la meta prediletta sia di famosi botanici sia di chi semplicemente ama la Natura.
Oggi Magda e Giuseppe Inga Sigurtà proseguono, con passione ed impegno, nell’intento di far conoscere a tutti questo eden: un modus operandi che ha portato tante soddisfazioni e riconoscimenti tra cui nel 2011 la vittoria del Primo Premio Grandi Giardini Italiani, per il più alto livello di manutenzione, buon governo e cura dei giardini visitabili.
Più recentemente, nel 2013, il Parco ha ottenuto il Premio Il Parco Più Bello d’Italia, istituito dal network www.ilparcopiubello.it. un comitato scientifico, costituito da accademici esperti e professionisti, ha assegnato questo riconoscimento al Giardino Sigurtà secondo i seguenti parametri: l’interesse botanico e storico – artistico, lo stato di conservazione, gli aspetti connessi con la gestione e la manutenzione, l’accessibilità, la presenza di servizi, le relazioni con il pubblico e la promozione turistica.

Sono diverse le diverse le personalità che hanno visitato il Parco nel corso dei suoi quattro secoli di storia:
1792: il poeta Ippolito Pindemonte rimase così colpito dalle bellezze naturalistiche del Giardino che compose l’epigramma che ancora oggi si può leggere nel bosco a lui dedicato. Il breve scritto recita così: “Sì dilettosa qui scorre la vita/ch’io qui scrupolo avrei farmi eremita”.
1859: durante la Seconda Guerra di Indipendenza, gli imperatori Francesco Giuseppe I d’Austria e Napoleone III di Francia osservarono dal Poggio degli Imperatori il campo di battaglia degli scontri di San Martino e Solferino.
XX secolo: nel corso del Novecento la famiglia Sigurtà ha accolto ospiti importanti tra cui: i premi Nobel, Alexander Fleming, Selman Waksman, Gerhard Domagk, Konrad Lorenz e lo scienziato Albert B. Sabin. E poi ancora: il Principe Carlo d’Inghilterra, l’ex primo ministro del Regno Unito Margaret Thatcher, il regista Luchino Visconti, il giornalista Indro Montanelli, il violinista Uto Ughi e lo sceicco Mohammed bin Rashid al Maktoum, primo ministro e vice presidente degli Emirati Arabi Uniti.
Calendario Expo Veneto

Date svolgimento evento

Clicca sul giorno d'interesse per aggiungerlo tra i tuoi preferiti.

1 Data NON disponibile 1 Data disponibile 1 Data d'interesse